Live report Uncategorized

Green Day – Firenze Rocks – 16 giugno 2022

Green Day – Firenze Rocks – 16 giugno 2022

I Green Day aprono la prima serata del Firenze Rocks alla Visarno Arena con un’esibizione incredibile.

È un bellissimo pomeriggio alla Visarno Arena di Firenze. Il parco è pieno di persone: c’è chi si aggira fra gli stand, chi prende il sole comodamente sdraiato a terra e chi beve qualcosa in compagnia, ma tutti quanti non vedono l’ora di vedere i Green Day.

I Weezer

Dopo le esibizioni di apertura dei Radio Day e di Matteo Cera, salgono sul palco i Weezer, compagni di viaggio dei Green Day durante il “Hella Mega Tour”. “Noi siamo i Weezer da Los Angeles” annuncia il cantante Rivers Cuomo, parlando in italiano “Siamo felici di suonare a Firenze. Sta sera ci divertiremo”. Il pubblico risponde con applausi di apprezzamento, per poi cantare e battere le mani a tempo mentre la band suona alcune delle proprie canzoni più famose come “Beverly Hills”, “Island In The Sun”, “Say it ain’t so” e “Buddy Holly”.

foto di Elena di Vincenzo
Un inizio sensazionale

Sono le nove e mezza passate, quando “Bohemian Rapsody” dei Queen richiama l’attenzione di tutti i presenti, che non possono fare a meno di cantare in coro tutta la canzone. Subito dopo appare la mascotte del gruppo, un coniglio rosa che corre all’impazzata e balla per tutto il palco sulle note di “Blitzkrieg Bop” dei Ramones, scaldando definitivamente il pubblico.

Finalmente i Green Day salgono sul palco e la folla va in delirio con “Amrican Idiot”. “Oh mio dio! Siamo finalmente qui, dopo due anni!” esclama entusiasta il cantante Billie Joe Armstrong “Sta sera canteremo e balleremo insieme”.

foto di Luca Marenda
Una scaletta piena di successi

La band prosegue carica di energia con “Hollyday” e il pubblico non è da meno. Ogni volta che Billie Joe esclama “Italia!” oppure “Firenze!” tutti esultano a gran voce. Durante “Know Your Enemy”, Billie Joe fa salire un fan sul palco invitandolo a cantare con lui. Il ragazzo commosso lo abbraccia e si dimostra all’altezza della situazione.

È il turno di “Pollyanna”, durante la quale il cantante sventola la bandiera della comunità LGBTQ+. Quando poi arriva “Boulevard of Broken Dreams”, riconosciuta sin dai primi accordi e accolta con grida di approvazione. Tutto il pubblico canta in coro, lasciandosi travolgere dall’intensità della canzone.

foto di Elena Di Vincenzo

Si continua con grandi successi come “Longview” e “Welcome to Paradise”, seguita da un incredibile assolo di basso di Mike Dirnt. Subito dopo Billie Joe incita tutti quanti a urlare seguendo le sue indicazioni, dirigendo la folla come un direttore d’orchestra e dando il via a una specie di gara fra la parte destra ora la parte sinistra del pubblico per vedere chi grida più forte. Alla fine il cantante ride divertito e manda un bacio alla folla.

Segue “I Wanna Rock and Roll all Nite”, cover dei KISS, per poi andare avanti con “St. Jimmy”, “When I Come Around” , l’emozionante “21 Guns”, conclusa con una pioggia di scintille luminose, per poi proseguire con l’energia esplosiva di “Minority”.

foto di Elena Di Vincenzo
Le sorprese continuano

A un certo punto Billie Joe chiede chi sa suonare la chitarra e sceglie un fan dal pubblico. Il ragazzo viene fatto salire sul palco e, con indosso una mascherina, corre ad abbracciare il cantante. Armstrong ricambia ma prima gli toglie lui stesso la mascherina. A quel punto il fan riceve una chitarra e si scatena suonando con i Green day. Dopo la sue breve esibizione, Billie Joe lo presenta al pubblico (si chiama Mattia) e gli regala la chitarra che ha usato.

Il concerto riprende con l’iconica “Basket Case” mentre il pubblico canta e balla. Poi “King for a day”, seguita da un assolo del sassofonista, Jason Freese, che accompagna la band nei suoi tour da molto tempo. Il musicista prima improvvisa, poi intona la famosa melodia di “Careless Whisper” di George Michael, subito riconosciuta dal pubblico con applausi di apprezzamento.

foto di Luca Marenda
Un finale esplosivo

È il momento di “Wake Me up When September Ends”, che avvolge tutti in un atmosfera malinconica. Si ritorna subito a ballare con “Jesus of Suburbia”, accompagnata da fiamme e scintille rosse. Billie Joe Armstrong ringrazia il pubblico un’ultima volta, dicendo che dopo le difficoltà portate dal 2020, si augura che il 2022 sarà un anno migliore. “Grazie, per la pazienza. Amo l’Italia. L’ho sempre amata e la amerò sempre”.

“Good riddance (Time of Your Life)” è la canzone con cui i Green Day salutano la Visarno Arena. Il concerto si conclude con un’esplosione di coriandoli e fuochi d’artificio rossi, bianchi e verdi che illuminano il cielo di Firenze.

Ecco la scaletta completa:

American Idiot
Holiday
Know Your Enemy
Pollyanna
Scattered
Boulevard of Broken Dreams
Longview
Welcome to Paradise
Hitchin’ a Ride
Rock and Roll All Nite (KISS cover)
Brain Stew
St. Jimmy
When I Come Around
21 Guns
Minority
Knowledge
Basket Case
King for a Day
Shout (The Isley Brothers cover)
Wake Me Up When September Ends
Jesus of Suburbia
Good Riddance (Time of Your Life)

a cura di
Valentina Bertelli

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Vasco Rossi – Circo Massimo, Roma – 11 Giugno 2022
LEGGI ANCHE – My Chemical Romance – Bologna Sonic Park – 4 giugno 2022

Se hai letto questo articolo, potrebbe interessarti anche questo